domenica 12 dicembre 2010

Tribler 5.3.2


Condividere file in modo semplice e soprattutto veloce su Internet.

 Uno dei punti deboli di tutti i software finora in circolazione, per la tipologia peer to peer, è rappresentato dalla necessità di dover contare su un server centrale, cosiddettotracker, una sorta di elenco laddove ciascuno può cercare, ed eventualmente trovare, il software desiderato. In altre parole il motore di ricerca dei file che gli utenti condividono.
La principale novità introdotta dunque dalla ultima versione di Tribler è la capacità di funzionare senza appoggiarsi ad un server centrale. L’utente vede una barra di ricerca nella schermata del programma che però va a pescare i risultati direttamente dai pari connessi al network. Altro aspetto inedito da evidenziare è il sistema di reputazione che serve ad eliminare spam e contenuti malevoli: si basa su canali generati dagli utenti, ciascuno dei quali può contenere centinaia di migliaia di programmi. Essi possono così marcare come preferite determinate risorse che scaleranno i primi posti della classifica del software scaricato a scapito di quello contenente spam o virus. Una specie di selezione naturale.

Nessun commento:

Posta un commento