domenica 7 ottobre 2007

IL PRIVILEGIO DEI POTENTI

IL PRIVILEGIO DEI POTENTI

di kingsun1 (03/06/2007 - 12:22)

PRivilegi ed indignazione


Riportiamo alcune notizie e ricordiamo alcune situazioni che sono gia' note a tutti ma che e' bene non dimenticare.

Il piu' scandaloso bluff.

Il debito dei Paesi del Terzo Mondo ammonta ad oltre 2000 miliardi di dollari.
Al congresso dei G8 di Genova (luglio 2001) i Paesi del Terzo Mondo hanno ricevuto una riduzione del debito di 53 miliardi di dollari (2.5% del debito).
Si tratta di una cifra minore del credito che comunque sarebbe perso in quanto non riscuotibile.
Ogni anno i debitori rimborsano al nord del mondo, solo di interessi, 225 miliardi di dollari quando secondo l'ONU basterebbero 80 miliardi di dollari per 10 anni per garantire acqua, scuola e cibo per tutti.
Consideriamo che i paesi poveri dal 1982 ad oggi hanno rimborsato di soli interessi 3450 miliardi di dollari .
In sostanza gli aiuti al terzo mondo arricchiscono il primo mondo.
O detto in altro modo, i poveri stanno finanziando i ricchi.

I nostri EUROdeputati.

I nostri eurodeputati sono i più pagati d'Europa
· 25 milioni al mese di stipendio (tre volte quello di un Inglese e quattro volte quello di Spagnoli, Portoghesi, Greci e Svedesi);
· 20 milioni al mese per il portaborse (si mormora scelto tra parenti e amici);
· 8 milioni al mese per le spese di gestione(telefono, cancelleria, ecc.);
· 500.000 lire al giorno come gettone di presenza (alcuni vanno, firmano e tornano, altri pare facciano di peggio, basti pensare che da Nov. "96 ad Apr. "97 sono intervenuti alle sessioni d'aula solo due Eurodeputati Italiani);
· 3 milioni per rimborso di ogni viaggio a Strasburgo o a Bruxelles (si dice che qualcuno usi il biglietto scontato e si faccia poi rimborsare il biglietto intero);
· 7 miliardi per l'assicurazione in caso di invalidità, 5 miliardi in caso di morte;
· 5 milioni per corsi di lingua
· 85 milioni circa di liquidazione (con un solo mandato maturano la pensione, hanno un rimborso per "un bollettino d'informazione" ed un forte contributo per sovvenzionare gite di elettori a Strasburgo. E pare che possano cumulare il tutto con altri stipendi e pensioni, anche se questo non sembrerebbe del tutto legale).
Ora si capisce perché gli eurodeputati italiani vengono chiamati all'estero FATCAT(gatti ripieni), confortati da una televisione inglese che pare ne abbia filmato di nascosto alcuni che andavano a Bruxelles, firmavano, intascavano le 500.000 lire di diaria e scappavano.


I nostri deputati.

Questi invece i privilegi dei 630 deputati e 315 senatori italiani
· 24 milioni al mese di stipendio (per la precisione 19.201.000 per 15 mesi);
· 8.600.000 al mese per il portaborse;
· 1.137.000 al mese per il rimborso dell'affitto dell'Ufficio;
· 1.983.000 al mese per rimborso spese viaggio;
· 4 milioni all'anno per viaggi di studio all'Estero;
· 4 milioni all'anno per spese telefoniche (ma in Parlamento possono usare il telefono gratuitamente);
· 3 milioni all'anno per rimborso francobolli (ma la posta spedita dal Parlamento è gratis);
· 350.000 al giorno ogni volta che entrano in Parlamento;
· 250.000 al giorno per indennità di missione;
· 200 milioni per rimborso spese elettorali;
· 50 milioni ciascuno se fondano un giornaletto;
· Indennità di carica (da 650.000 lire ai 12.500.000 per il Presidente del senato);
· Liquidazione per ogni anno di mandato;
· Pensione di 4.763.000 lire per ogni legislatura;
· Gratis: telefono cellulare, tribuna d'onore agli stadi, tessera del cinema, tessera teatro, tessera autobus-metro, viaggi aerei(nazionali), viaggi treno con cuccetta, circolazione autostrade, corsi di lingua, vagone rappresentanza FFSS, aerei di Stato, uso di Prefetture e Ambasciate, cliniche, rimborso spese mediche(al ristorante del Senato e della Camera debbono invece pagare, ma cifre talmente irrisorie….. nel 1997 pare che abbiano consumato gratis 4 milioni di cappuccini e tramezzini alla buffetteria del Senato), assicurazione infortuni, assicurazione per morte, autoblu con autista (circa 40.000 auto), giornali (circa 4 miliardi di lire l'anno). Non pagano neanche il parrucchiere.

Le multe.

Abbiamo trovato non solo scandalosa, ma emblematica la vicenda della patente dell’autista di Dellai. L’auto blu del presidente della Provincia - ricordiamo brevemente i fatti - viene bloccata sulla Valsugana mentre sfreccia a 150 all’ora dove il limite è 90; immediato ritiro della patente all’autista, intervento successivo di Dellai presso il Commissario del Governo e repentina restituzione della patente. (vedi
Il Commissario del Governo(dello Stato di Banana) <../07/15gg7_01.htm>) Motivo? Si era di fronte alla necessità di non arrivare in ritardo a "un importante impegno istituzionale" - afferma Dellai. Motivazione fasulla, si rivelerà (la riunione di Giunta Provinciale era per il pomeriggio, e l’infrazione era avvenuta di mattina). Ma il punto più grave è un altro: il Commissario del Governo dott. De Muro con questo provvedimento stabilisce, e in una successiva intervista sull’Adige lo teorizza, che occorre "avere un occhio di riguardo per le persone che rivestono incarichi pubblici".
Insomma, per i politici non vale il codice della strada (per le altre norme si vedrà). E questo pur in presenza di una nutrita e univoca giurisprudenza che stabilisce che le violazioni al Codice della Strada sono sì previste, ma solo per salvare vite umane. Cioè un’ambulanza, la polizia, ma anche la macchina di un privato cittadino, può mettere a repentaglio la vita altrui sfrecciando a 150 all’ora solo se sta correndo per salvare un’altra vita. Quindi le auto blu sono tenute a rispettare il Codice e la vita dei cittadini. Che la cosa non sia peregrina lo si è poi visto in questi giorni, quando a Roma l’auto blu di un generale ha provocato, con inutili acrobazie, due morti, solo per far arrivare più in fretta il papavero in ufficio.
Ripetiamo, noi riteniamo il comportamento di Dellai, ma soprattutto quello del Commissario del Governo, scandaloso, tale da configurare una pretesa dei politici (e dei superburocrati, categoria cui appartiene l’ineffabile dott. De Muro) a uno status privilegiato rispetto ai comuni cittadini.

Il Governatore

Il Governatore della Banca d'Italia guadagna piu' del doppio del collega francese ed il triplo del collega inglese (Focus 120).

Pavarotti

Pavarotti per problemi con il fisco e' stato ricevuto e riverito al ministero delle finanze dove ha trattato e pagato. Il tribunale lo ha assolto dal reato penale, il ministro dal peccato do evasione (Focus 120).

Tomba

Tomba fu assolto dall'accusa di evasione fiscale da un tribunale della repubblica italiana con la motivazione secondo la quale agi' per "fanciullesca inconsapevolezza" (Focus 120).


Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog